Ignorance- Ignoranza

(EN)After some problems with the internet, here I am again .

These days , like many other times , a key issue of life returns.That one ruin to ourselves and to others for the sheer ignorance of many things,thinking that things are in one way only, just to believe you know how they are.

Let me explain . Often we have delusions,we are in trouble and we blame it on someone or something. It happens to say “this or that is not possible, this is sad and this is cheerful or beautiful or ugly”.

In fact most of the time is neither the one nor the other , depending on what we know, believe and do.

Narcissists , for instance, think that the world revolves around them and what they know, but then if they are wrong,the fault belongs to someone else.

The same thing happens to those who look to their own world, their own tiny reality, thinking that the world is so.

It is only ignorance , ignorance of those who are afraid to face so many things, so many problems .

In theory we are all tolerant, open mind, or we know many things we need to live. Let us , however, almost always the heroic deeds that pleased us and those that do not really involve fatigue. It ‘s harder to be true so far as the examples I gave in previous posts , rather than the heroes of the time in dreams, ideas fascinating but often destructive , empty.

We’re all good to justify it with ” I’m human ,” but more often than we not even know what is human, we only know what we want ( sometimes not even that ) .

Well, I smile.

I smile because a human being can do and get very bad, very disappointed by life, to hurt others just to have blinders on.

Human being, a bit  like coffee, can have a thousand meanings but always human . For many it is obvious that coffee is expresso, for others it is obvious that coffee is Turkish, as well as human it is obvious what it is.

As always though,it is resting on a label with ignorance of the rest.

Selfishness or narcissism, the childish desire to belong and to follow a group is often the ruin , inside the ” cage ” we are lost for not wanting to look over and not really wanting to deal with the humanity that is in us , our biggest problem , I think.

It is not bad in my opinion the world, we are often too attached to excuses and not face them and face masks .

Real people are comfortable with themselves without too much need more, not afraid to clash,they know each other and just be and feel it.

Maybe we want to be young forever or to want to be someone stops there, there, in our ignorance and our trouble.

How ugly the world ….. but noooo ! bad our fear, our masks .

Better a healthy smile without the desire to appear, but with the desire to be truly 😉

(IT)Dopo qualche problema con internet, eccomi di nuovo qui.

Questi giorni,come mille altre volte,si ripresenta una questione fondamentale della vita.Il rovinarla a sè e agli altri per la pura ignoranza di tante cose e il pensare che le cose siano in un modo,solo per credere di sapere come sono.

Mi spiego meglio. Spesso capita di avere delle delusioni o di trovarsi nei pasticci e di dare la colpa a qualcuno o qualcosa, capita di dire questo è possibile e quest’altro no,questo è triste e questo è allegro oppure bello o brutto.

In realtà il più delle volte non è nè l’uno nè l’altro, dipende da cosa sappiamo, crediamo e facciamo.

I narcisisti,per esempio, pensano che il mondo giri intorno a loro e a quello che sanno loro, poi però se sbagliano è colpa di qualcun’altro.

La stessa cosa accade a chi guarda al proprio mondo,alla propria minuta realtà, pensando che il mondo sia così.

In fondo è solo ignoranza,l’ignoranza di chi ha paura di affrontare tante cose, tanti problemi.

Nella teoria siamo tutti tolleranti,aperti,sappiamo tante cose oppure sappiamo il necessario per vivere. Cerchiamo,però, quasi sempre le imprese eroiche,che ci compiacciono e non quelle che davvero comportano fatica. E’ più difficile essere veri come gli esempi che finora vi ho dato nei post,piuttosto che fare gli eroi del momento in sogni,idee affascinanti ma spesso distruttive,vuote.

Siamo tutti bravi a giustificarci con”sono umano”, ma il più delle volte non sappiamo neppure cosa sia umano, sappiamo solo cosa vogliamo noi( neppure questo a volte).

Beh,io sorrido.

Sorrido perchè un essere umano può fare e farsi molto male,essere molto deluso dalla vita, far male ad altri solo per avere i paraocchi. 

Essere umano,un po’ come caffè,può avere mille significati ma essere sempre umano. Per molti è ovvio che il caffè sia espresso,per altri è ovvio che il caffè sia alla turca, così come umano è ovvio cosa sia.

Come, sempre però, è un’etichetta appoggiata sopra con ignoranza del resto.

Quell’egoismo o narcisismo, quell’infantile voglia di appartenere e seguire un gruppo spesso è la rovina, dentro a quella “gabbia” ci perdiamo per non voler guardare oltre e per non voler affrontare davvero l’umano che è in noi, il nostro problema più grande, credo.

Non è il mondo cattivo secondo me,siamo noi spesso troppo attaccati a scuse e maschere per non affrontarci e affrontare.

Le persone vere stanno bene con se stesse senza troppo bisogno di altro,non temono di affrontarsi,conoscersi e semplicemente essere e sentire.

Forse voler essere giovani per sempre o voler essere qualcuno ci ferma lì,lì nella nostra ignoranza e nei nostri guai.

Che brutto il mondo…..ma noooo! che brutta la nostra paura,le nostre maschere.

Meglio un sano sorriso,senza la smania di apparire, ma con la voglia di essere davvero 😉

 

 

Advertisements

To Sal- A Sal

(EN)Today I want to dedicate this post to Sal , one of those real people that give you simple emotions , but intense .

She’s a ” inveterate drinker of milk ” trying to be herself in spite of those who want to be whomever .She has the courage to talk about herself , to show it to all without problems.She tell us about normal things, and her impressions of daily life and people . A genuine person who, as generally happens, feels herself trivial and uninteresting. So she try to be, to give colors of life and things , and if anyone looks at her, her enthusiasm fades and she resists before decorating herself, then she let go even that.

If you showed fascinating things , the veiled ones many would follow you, perhaps, but she just shows herself without any problems, her own lives.

Well, I thank you Sal very much to exist , because you are the ones that offer real emotions, intense, bright and simple.Sal makes your heart beat as real person, a real person that leaves a mark and makes you want to really live.Charm, mysteries do not give colours of life, in my opinion, a hardened drinker of milk does it.

Thanks Sal 😉

(IT) Oggi voglio dedicare questo post a Sal, una di quelle persone vere che ti danno emozioni semplici, ma intense.

E’ una “incallita bevitrice di latte” che prova a essere se stessa in barba a chi vuole essere chissà chi. Ha il coraggio di parlare di se stessa, di mostrarsi a tutti senza problemi. Racconta cose normali,quotidiane e proprie impressioni sulla vita e le persone. Una persona genuina che, come in genere accade, si sente banale e poco interessante. Così ci prova a essere, a dare i suoi colori della vita e delle cose e se nessuno la guarda, si attenua il suo entusiasmo e prima resiste decorando ciò che è, poi lascia andare anche questo.

Se mostrasse cose affascinanti,velate  molti la seguirebbero forse, ma lei mostra semplicemente se stessa senza tanti problemi, la propria vita.

Beh, io la ringrazio molto di esistere, perchè quelle che offre sono emozioni vere, intense, solari e semplici. Fa battere il cuore una persona vera, lascia il segno una persona vera e ti fa venire voglia di vivere davvero. Il fascino,i misteri non danno colore o vita, secondo me, un’incallita bevitrice di latte invece sì.

Grazie Sal 😉

Wind- Vento

(EN) Outside the sun is shining today , but there is a cold wind , and so impetuous, that almost carries you away with it .

It ‘s a special day : there is a glaring sun that makes me want to go out and live and a force of nature that pushes me away warm between four walls.

The sun is positivity and life , but the wind is it?

We’re talking about a strong wind , not a gentle breeze. The one who knows how to fly out  clothes hung or energetically bends the branches of the trees.

There will be those who , in the vastness of human beings, love wind …. myself not so much.

If I were at the top , I mean high altitude for a flight with a parachute or other means , I ‘d love to, but I’m not crazy land .

Why ?

Because it is violent , aggressive, it seems to want to take away heat , thoughts, and to drag me where it wants. I can not clearly feel  smells, feel things without interference to my touch , it is noisy and makes more difficult the communication between two people, because it disturbs the hearing and alters sensation of  item ( with strong wind, often, you must raise the volume of your voice to be heard ) .

It is not all doom and gloom in the wind , I could never see something totally negative . Wind has the advantage of sweeping away clouds, of flying kites , to get before your feet unexpected things : leaves, twigs that were in the meadow , newspapers, children’s bibs , socks, T-shirts and everything up at first belonged to story of someone else or something else.

The nasty aspect of wind , as I said, is that it seems to want to take away what belongs to me , what I am:  warmth of my body and  liveliness of my thoughts.

It ‘s a bit like when someone makes you do what he wants , or , more common , like when you’re in a group and without thinking, without alternatively you follow the mass , the wake .

If I want to be myself , however , I can not follow the trail , I can not mingle too much otherwise I cancel myself .

Well, if I want to be myself , but also to be with others , the wind teaches me how to do it .

I can not nor ever walk against the wind , nor let me drag him to where it wants: if I did it instead of going to the park where I’m going, I find myself at the supermarket.

The trick is to walk into the wind to stop, turn around, a little shelter here and a little beyond maintaining balances warmth and thoughts, turning its strength so that at times the momentum but I can catch its help and never ever miss the way,my way.

If  I get carried away by the wind, if  I leave it impoverishing warmth of my life , my thoughts to let it do as it wants .Yes I will have a higher speed walk but I will be where it wants and not where I want. It will also be nice to go shopping at the supermarket where wind tooks me , but if I wanted to go to the park?

Where are my desires, my thoughts, my dreams, and especially in the sun , my heat ?

The sun is here today , along with the wind. Maybe sun want to remember my life, my warmth without being taken away by the force of the air mass in motion.

(IT) Fuori oggi c’è il sole, ma un vento freddo e così impetuoso, che quasi ti porta via con sè.

E’ una giornata particolare: c’è un sole abbagliante che fa venire voglia di uscire e vivere e una forza della natura opposta che ti ricaccia al caldo tra quattro mura.

Il sole è positività e vita, ma il vento cos’è?

Stiamo parlando di un vento forte, non di una leggera brezza. Quello che sa far volar via i panni stesi o piega energicamente i rami degli alberi.

Ci sarà chi, nella vastità degli esseri umani,ama il vento….io non tanto.

Se fossi in alto, intendo ad alta alta quota per un volo con paracadute o altro mezzo, mi piacerebbe, ma da terra non mi fa impazzire.

Perchè?

Perchè è violento,aggressivo,sembra volermi portar via il calore, i pensieri e trascinarmi dove vuole lui. Non posso più sentire chiaramente gli odori, i profumi, sentire senza interferenze le cose al tatto,è rumoroso e rende più difficoltosa la comunicazione tra due persone perchè disturba l’udito e altera l’arrivo della voce(col vento forte, spesso, si deve alzare il volume della voce per farsi sentire).

Non è tutto negativo nel vento, non riuscirei mai a vedere qualcosa totalmente negativa. Il vento ha il pregio di spazzare via le nuvole, di far volare gli aquiloni, di far arrivare davanti ai tuoi piedi cose inaspettate: foglie, rametti che prima erano nel prato, giornali,bavaglini di bambini,calzini,magliette e tutto ciò che fino a prima apparteneva alla storia di qualcun’altro o qualcos’altro.

La cosa antipatica del vento, come dicevo, è che sembra volermi portar via ciò che mi appartiene, ciò che sono: il tepore del mio corpo e la vivacità dei miei pensieri.

E’ un po’ come quando qualcuno ti porta a fare ciò che vuole lui oppure,più comune, come quando sei in un gruppo e senza pensarci,senza alternativa segui la massa,la scia.

Se voglio essere me stessa, però, non posso seguire la scia, non posso mescolarmi troppo altrimenti mi annullo.

Bene,se voglio essere me stessa, ma anche stare con gli altri,il vento mi insegna come fare.

Non posso nè camminare sempre contro vento,nè farmi trascinare da lui dove vuole lui: se lo facessi invece di andare la parco dove vorrei andare,mi ritroverei al supermercato.

Il trucco per camminare nel vento è fermarsi,girarsi,ripararsi un po’ di qua e un po’ di là mantenendo saldi calore e pensieri,girando la sua forza in modo che a momenti la sua spinta ci sia d’aiuto ma senza mai e poi mai perdere la via.

Se mi faccio trascinare dal vento,se lo lascio impoverire il mio tepore di vita, i miei pensieri per far fare a lui come vuole lui, avrò sì una velocità maggiore di cammino, ma mi troverò dove vuole lui e non dove voglio io. Sarà anche bello andare a fare la spesa al supermercato dove il vento mi ha portato, ma se io volevo andare al parco?

Dove sono i miei desideri,i miei pensieri,sogni e soprattutto il mio sole dentro,il mio calore?

Il sole oggi c’è,assieme al vento. Forse mi vuole ricordare la mia vita,il mio tepore senza farmi portare via dalla forza della massa d’aria in movimento.